a+b Annalisa Dominoni Benedetto Quaquaro

UN LIBRO SPAZIALE

una raccolta di pensieri dal design dello spazio

il design spaziale offre un territorio di progetto al di fuori delle regole, in cui l’esperienza del designer si libera dai riferimenti convenzionali per arricchirsi di nuovi punti di vista.

la capacità di immaginare come vivere e muoversi in ambienti confinati e in microgravità - senza stimoli ambientali, privacy, possibilità di usare l’acqua per lavarsi, e con gli oggetti che se appoggiati iniziano a galleggiare in giro, per non contare le alterazioni, sia fisiche che percettive, subite dal corpo - è un esercizio utile per abituarsi a pensare “fuori dal vaso” e lasciare andare parte dei condizionamenti che, con il passare degli anni, riducono le potenzialità creative del progettista e gli impediscono di vedere in modo nuovo il mondo/vaso nel quale è immerso.

progettare per lo spazio o per la terra non è poi così diverso se i nostri occhi restano curiosi e la mente aperta a mettere in discussione la realtà che ci circonda.

questo libro offre spunti di riflessione per il designer che si preoccupa di chi usa l’oggetto, e degli effetti che il proprio linguaggio espressivo avrà sulle persone.